LE AGEVOLAZIONI FISCALI DI UN FONDO PENSIONE – 2

Abbiamo visto che le fasi principali di un fondo pensione sono 3, quella di contribuzione, accumulazione ed erogazione. Trattata la prima, vediamo le altre due.

Fase di Accumulazione

E’ la fase di accumulo dei rendimenti finanziari (i guadagni) che prevede due agevolazioni fiscali:

–          Applicazione di un’aliquota di tassazione ridotta nella misura dell’11% anziché 26% (o 12,5% se titoli di Stato della white list)

–          Totale esenzione da qualsiasi imposta di bollo (ad oggi lo 0,20% sull’importo investito)

La tassazione è annua e il fondo fa da sostituto d’imposta.

Fase di Erogazione

Come abbiamo visto nella fase di contribuzione, le somme versate possono essere dedotte dai redditi in misura dell’aliquota irpef corrispondente. Queste somme saranno, in fase di erogazione, tassate con un’aliquota massima del 15%. Perché massima? Perché l’aliquota potrà subire una decurtazione, a partire dal 16° anno di partecipazione al fondo pensione, dello 0,30% all’anno. La tassazione minima però non potrà scendere oltre il 9%.

Alcuni esempi:

–          Dopo 17 anni di partecipazione: 15% – 0,3%*2 = 14,4%

–          Dopo 25 anni di partecipazione: 15% – 0,3%*10 = 12%

Quindi se versando sul fondo pensione 2.000 euro si sono risparmiate tasse pari a 540 euro (aliquota del 27%) poi in fase di erogazione (dopo 25 anni) quei 2.000 euro saranno tassati al 12% (240 euro).

Questa regola è valida anche per le somme erogate in fase di anticipazione nei seguenti casi:

–          Spese sanitarie

–          Cessazione lavoro per causa dipendente dalla volontà delle parti con inoccupazione >12 mesi

–          Cessazione lavoro per causa non dipendente dalla volontà delle parti con inoccupazione > 12 mesi

–          Mobilità

–          CIG ordinaria/straordinaria con cessazione lavoro per causa dipendente volontà delle parti

–          CIG ordinaria/straordinaria con cessazione lavoro per causa non dipendente volontà delle parti

–          CIG ordinaria/straordinaria a zero e della durata minima di 12 mesi

–          Invalidità permanente che comporti la riduzione della capacità di lavoro a meno di 1/3

In questi 2 casi invece l’aliquota di tassazione per la richiesta di anticipazione è fissa al 23%:

–          Acquisto/ristrutturazione prima casa (max 75% dopo almeno 8 anni di partecipazione al fondo)

–          Ulteriori esigenze (max 30% dopo almeno 8 anni di partecipazione al fondo)


Il contenuto del sito non puo’ in nessun caso essere interpretato come consulenza, invito all'investimento, offerta o raccomandazione per l’acquisto, la vendita, l’esercizio di una transazione o in generale l’investimento. Tramite il sito non avviene alcuna sollecitazione al pubblico risparmio. Questo sito, tutti i suoi contenuti, inclusi i Portafogli e tutti i contenuti vanno considerati esclusivamente come analisi indipendente dei mercati, svolta attraverso metodologie che non forniscono alcuna garanzia di profitto. In nessun modo e per nessuna ragione l’utente di questo sito può’ o deve considerare le indicazioni di analisi come sollecitazione all'investimento.

Il contenuto di questo articolo esprime il pensiero dell' autore (che ringraziamo per la collaborazione) e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di RisparMIOamico, che rimane autonoma e indipendente. Vi invitiamo a prendere visione della sezione Informazioni Legali

Simone Favaretto

Specialista in Soluzioni Finanziarie/Assicurative per Famiglie con Bambini. Consulente Certificato EFA. Sono un papà di un bambino che mi riempie di ambizioni, come quello di aiutare altri genitori che vogliono creare un salvadanaio per i propri figli.

About Simone Favaretto 16 Articles
Specialista in Soluzioni Finanziarie/Assicurative per Famiglie con Bambini. Consulente Certificato EFA. Sono un papà di un bambino che mi riempie di ambizioni, come quello di aiutare altri genitori che vogliono creare un salvadanaio per i propri figli.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.