Aggiornamento mensile Score CLI. Qualcosa cambia.

Lo Score rimane positivo in tutte le aree.

La posizione ciclica a lungo termine dei mercati azionari è ancora in fase di espansione (molti in fase avanzata).
Il ns indicatore di Stress non segnala tensione (ricordo che non ci basiamo solo sul Vix, ma teniamo conto di un più ampio ventaglio di parametri).
Positivo anche il Premio al Rischio e sotto il livello di allerta la leva finanziaria (Margin Debt) elevata in valore assoluto, ma la variazione anno su anno non indica situazioni di euforia del mercato.

Si assiste per l’area Euro ad un lieve peggioramento dell’indicatore macro. Il rigido protocollo ci impone di intervenire e quindi ridurre l’esposizione sull’area al 21% (dal precedente 30%).

Nel complesso le attuali condizioni sono ancora compatibili con un mercato pro-equity.

Le valutazioni di mercato iniziano ad essere elevate. Questo non indica che sia imminente un crollo dei mercati, ma storicamente tali valutazioni sono seguite da rendimenti futuri (orizzonte temporale a 10 anni) inferiori alla media storica. E’ quindi necessario un esercizio di realismo quando in fase di pianificazione si stimano i rendimenti attesi al fine di assegnare le risorse corrette ad ogni obiettivo. Il rischio è ottenere un capitale finale non sufficiente a far fronte all’impegno programmato (acquisto casa, istruzione per i figli, ecc)

Ricordiamo che la ns metodologia non si cura del motivo o motivi per i quali ci si trova in una determinata fase del ciclo, ma si propone mediante l’analisi di alcuni dati ritenuti significativi di individuare quale si stia attraversando per focalizzarsi sulla strategia da porre in essere. Lo scopo è eliminare il rumore di fondo (voci, notizie ed analisi spesso fantasiose) prendendo in considerazione pochi dati in quanto siamo convinti che spesso la semplicità paga.

Di seguito la dashboard con lo score totale ed il cruscotto con il dettaglio dei singoli indicatori (valore precedente ed attuale) per ogni area analizzata.

I portafogli modello dal 15 gennaio sono così composti:

  • 9% bond
  • 30% azionario Usa
  • 21% azionario Europa
  • 40% azionario globale

Nel frattempo buona lettura e buon investimento a tutti.

 

Metodologia

Per la costruzione dei portafogli modello (trattandosi di casi di studio) vengono considerate solo le seguenti aree:

  • Globale (peso massimo 40%)
  • Usa (peso massimo 30%)
  • Europa (peso massimo 30%)

Ad ogni area geografica/paese viene assegnato un punteggio (score) che va da 0 a 100 e che altro non è che la sommatoria dei punti assegnati ad ogni indicatore da noi monitorato:

  • 50 punti agli indicatori macro (Composite Leading Indicators 30 + Premio al Rischio 20)
  • da 10 a 30 punti alla posizione ciclica del mercato azionario di riferimento. Viene considerata la posizione ciclica a lungo termine (trimestrale) al fine di individuare il trend di medio-lungo del mercato. Per rendere più significativo il segnale il punteggio è ora pesato in base alla forza del trend in atto.
  • 10 punti al segnale sulla leva finanziaria (Margin debt rettificato)
  • 10 punti all’indicatore sullo Stress dei mercati

Un punteggio pari o superiore a 50 indica una condizione potenzialmente profittevole per l’investimento azionario (economia in espansione e sentiment del mercato in miglioramento).

L’indicazione POSITIVO o NEGATIVO si riferisce solo al segnale macroeconomico. Una discrepanza tra segnale macro e score può indicare anomalie che devono essere monitorate.
Per es un segnale macro di NEGATIVO accompagnato da uno score pari o maggiore di 50 significa che il mercato è sostenuto principalmente dalla posizione ciclica del mercato finanziario. Questo potrebbe preludere ad un’inversione al ribasso dei mercati qualora il segnale macroeconomico negativo seguisse un precedente segnale positivo o  viceversa qualora fosse parte di una lunga sequenza di segnali macro negativi uno score sopra 50 potrebbe indicare una svolta al rialzo dei mercati nel tentativo di anticipare notizie positive sul lato economico.

PS il valore di 50 utilizzato come spartiacque deriva dallo studio di quanto si è verificato in passato. Nulla vieta di considerare valori superiori (come per es 60) al fine di avere un segnale più solido e meno soggetto a falsi segnali. Il rovescio della medaglia sarebbe però quello di prendere atto della svolta positiva tardi o di quella negativa troppo in anticipo.


Il contenuto del sito non puo’ in nessun caso essere interpretato come consulenza, invito all'investimento, offerta o raccomandazione per l’acquisto, la vendita, l’esercizio di una transazione o in generale l’investimento. Tramite il sito non avviene alcuna sollecitazione al pubblico risparmio. Questo sito, tutti i suoi contenuti, inclusi i Portafogli e tutti i contenuti vanno considerati esclusivamente come analisi indipendente dei mercati, svolta attraverso metodologie che non forniscono alcuna garanzia di profitto. In nessun modo e per nessuna ragione l’utente di questo sito può’ o deve considerare le indicazioni di analisi come sollecitazione all'investimento.

Il contenuto di questo articolo esprime il pensiero dell' autore (che ringraziamo per la collaborazione) e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di RisparMIOamico, che rimane autonoma e indipendente. Vi invitiamo a prendere visione della sezione Informazioni Legali

Redazione RisparMIOamico

RisparMIOamico

Una comunità di consulenti la cui missione è di condividere metodologie che possano aiutare il risparmiatore a gestire il proprio denaro per raggiungere i propri obiettivi di vita. Ci trovi anche su Telegram https://t.me/canalerisparmioamico

Redazione RisparMIOamico
About Redazione RisparMIOamico 199 Articles
Una comunità di consulenti la cui missione è di condividere metodologie che possano aiutare il risparmiatore a gestire il proprio denaro per raggiungere i propri obiettivi di vita. Ci trovi anche su Telegram https://t.me/canalerisparmioamico

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.